box doccia angolare

Box doccia angolare – guida alla scelta

Box doccia angolare – la scelta ideale per ottimizzare gli spazi 

Che tu abbia un bagno di grandi dimensioni, oppure uno spazio ridotto, il box doccia angolare è una scelta strategica per sfruttare al massimo la stanza. Si tratta, infatti, di una soluzione che riduce al minimo gli ingombri, occupando solo due pareti del bagno e lasciando libero il resto dello spazio.

Il risultato sarà un effetto di continuità visiva, grazie alla forma geometrica e alla trasparenza del vetro, che dona luminosità e ampiezza al bagno. Anche la sicurezza è un aspetto da non sottovalutare, in quanto, il box doccia offre una maggiore comodità e stabilità, grazie alla facilità di accesso e alla chiusura ermetica, che evita fuoriuscite d’acqua e umidità.

Ma quali sono i fattori da considerare prima della scelta?

Box doccia angolare – valutazioni preliminari 

Per scegliere il box doccia angolare più adatto al proprio bagno, bisogna tenere conto di alcuni fattori.

Innanzitutto, le dimensioni del bagno e dello spazio doccia, che determinano la misura e la forma del box doccia. In generale, si consiglia di optare per un box doccia di almeno 70×70 cm, come questa soluzione con vetro scorrevole in cristallo trasparente. Per i bagni piccoli, si può optare per un box doccia semicircolare, che occupa meno spazio e ha un’apertura a soffietto o a scorrimento. 

Un altro aspetto da considerare è poi il tipo di apertura, che influisce sulla praticità e sull’estetica del box doccia. L’apertura a battente, come questa soluzione, richiede uno spazio libero davanti al box doccia, ma ha un aspetto elegante e raffinato. 

L’apertura a scorrimento non necessita di spazio aggiuntivo, ma ha un meccanismo più complesso e delicato. L’apertura a soffietto è, invece, ideale per i bagni stretti, ma ha un design meno curato. 

Altro aspetto da considerare è poi il materiale e la finitura, che determinano la qualità e la durata del box doccia. Il materiale più usato è il vetro, che garantisce resistenza, igiene e trasparenza. Il vetro può essere temperato, come questo box doccia angolare, per una maggiore sicurezza, o trattato, per una maggiore pulizia. La finitura può essere trasparente, per un effetto di purezza e luminosità, o satinata, per un effetto di privacy e raffinatezza.

I modelli top di gamma 

Tra i tanti modelli di box doccia angolare presenti sul mercato, ne abbiamo selezionati alcuni che ci sono sembrati interessanti per qualità, design e prezzo. Ecco i nostri prodotti consigliati:

  • Box doccia angolare della linea Tay, in vetro trasparente 5 mm e con finiture in nero opaco, l’ideale per un bagno moderno. Tay è la scelta migliore per un box doccia di ottima qualità costruttiva, innovativo e con un estetica minimale: disponibile in diverse misure, con differenti finiture di vetro e con profili cromato lucido e nero opaco.
  • Box doccia angolare della linea Icon, profilo cromato e vetro trasparente 6 mm con installazione reversibile. Progettata per resistere ai rigori dell’uso quotidiano, la linea Icon offre una adattabilità perfetta per ogni arredo bagno.
  • Box doccia angolare della linea Ted, profilo satinato e vetro trasparente 6 mm con installazione reversibile. Una struttura solida e resistente, la linea Ted è una soluzione di design pensata per durare nel tempo, l’ideale per un bagno contemporaneo e chic. 

Queste tre proposte rientrano tra le soluzioni più scelte ed apprezzate ma, per visionare l’intera offerta, clicca qui

 

Altri articoli
Box doccia senza porta
Bagno con doccia aperta: soluzioni e idee